Alfredo Barbini (Murano 1912/2007) |" Aquila" | scultura in vetro massello | h.cm.31,5x51x17 | Murano '30/'40

Nuovo

8 000,00€Iva incl.

Alfredo Barbini (Murano 1912/2007) |" Aquila" | scultura in vetro massello | base a roccia verde | superficie con oro zecchino| h.cm.31,5x51x17 | Murano '30/'40

BIOGRAFIA

 Murano 1912 - 2007

Maestro vetraio, designer e imprenditore. ha iniziato giovanissimo l'attività nel campo del vetro.

Dopo un breve apprendistato, a neppure vent'anni divenne maestro presto la Cristalleria Franchetti e quindi presso la S.A.I.A.R. Ferro Toso. Dal 1932 lavorò alla fornace Zecchin-Martinuzi a fianco dello scultore Napoleone Martinuzzi instaurando una collaborazione che durò fino al 1936 e che si rivelò fondamentale per la sua formazione artistica, specie per ciò che riguarda il settore dela scultura in vetro massiccio.


Nel 1937 entrò alla V.A.M.S.A. come socio e maestro di prima piazza, proeguendo le sue ricerche con le materie spesse ed eseguendo opere disegnate dagli artisti Ermenegildo Ripa e Luigi Scarpa Croce. Nel 1946 passò, in qualità di socio e di direttore artistico, alla nuova fabbrica Gino Cenedese & C., con la quale nel 1948 partecipò alla Biennale di Venezia esponendo una notevole serie di sculture in vetro corroso come Torso e Collasso.
Nel 1950 aprì la propria fornace, la Vetreria Alfredo Barbini, in cui continuò, negli anni seguenti, la sperimentazione nel campo della plastica vetraria, utilizzando materie e forme sempre più pure ed essenziali, come nelle serie pesci e tulipani o nei vetri pesanti dei primi anni Sessanta.
Affiancato dal figlio Flavio a partire dal 1968, Barbini prosegue tuttora l'attività di maestro e direttore artistico della propria vetreria.

30 altre opere dell'autore: